L’apprendista geniale

41IuC-wwFrLTitolo: L’apprendista Geniale.

Autore: Anna Dalton.

Casa Editrice: Garzanti.

Genere: New Adult – Narrativa Contemporanea.

Saga:  / /

Numero Pagine: 270 pagine.

Prezzo Ebook: 9,99 euro.

Prezzo Cartaceo: 16,90 euro.

Data di Uscita: 30 Agosto 2018.

 

 

Sinossi:

Andrea attraversa il cancello del college di corsa, mentre il panorama di Venezia si perde all’orizzonte. È in ritardo, come sempre, e ancora più maldestra del solito, con il pesante borsone sulle spalle. Ma in tasca stringe tra le dita qualcosa che riesce a darle sicurezza ogni volta che è necessario: un foglietto di carta con su scarabocchiato «scrivi, scrivi, scrivi». Tre semplici parole che la madre le ha insegnato quando era una bambina. Tre semplici parole che ancora adesso segnano la strada verso il suo sogno: diventare giornalista. Dal giorno in cui è riuscita a tenere la penna in mano, Andrea ha riempito fogli e fogli, scrivendo di qualunque argomento. È questo il suo modo di distogliere la mente da ogni altro pensiero. Ora finalmente è entrata in una delle scuole di giornalismo più prestigiose al mondo, e ci è riuscita grazie a una borsa di studio per i suoi ottimi voti. Ecco la sua forza. Ma quello che ha imparato finora rischia di non bastare: tra quelle aule l’ambizione è il motore di ogni cosa e ci sono persone pronte a tutto pur di ostacolarla, pur di intralciare la conquista dei suoi obiettivi. Senza scrupoli. Per fortuna accanto a lei ha tre amici che non si sono arresi davanti alla sua indole timida e solitaria. C’è Marilyn, che veste sempre di nero. Andre, che la segue ovunque, come un’ombra. E soprattutto l’enigmatico ragazzo che si fa chiamare Joker e che, dietro un enorme sorriso, nasconde qualcosa che il cuore di Andrea non
vede l’ora di scoprire. Con loro si sente più al sicuro. Eppure la posta in gioco è molto alta. Diventare una giornalista per lei significa tutto, e ora deve stringersi più che può al suo sogno. Non può deludere la persona a cui anni fa ha promesso di difenderlo. Anche se ci vuole un coraggio che pensava di non avere.

Recensione:

Buongiorno cari lettori! Oggi parto in quarta perché credo scriverò una recensione un po’ lunga. Vi chiedo già scusa in anticipo perché mi rendo conto che sarà una recensione particolarmente critica, ma ci sono diversi punti del romanzo che non mi sono chiari e che vorrei analizzare con voi. È quasi impossibile non fare spoiler, ma cercherò di non arrecarvi danni per quanto riguarda la lettura. In primo luogo ci tengo a precisare che, nonostante ci siano state cose che non mi sono piaciute in questa storia, in generale ho apprezzato la lettura. Ora, però, procediamo per gradi.

 

Vorrei iniziare elencandovi le cose che non mi sono piaciute del romanzo. In primo luogo ricordo bene che si tratta di un romanzo, ma ho trovato inverosimile che la nostra protagonista, Andrea, abbia trovato lavoro come insegnante di inglese in una scuola materna ( pubblica, privata? ) attraverso un annuncio di giornale messo da una delle madri dei bambini. Non solo perché Andrea ha diciotto anni, ma perché non è esattamente il modo in cui un’insegnante viene scelto. Le angherie della preside e della bidella, inoltre, sono cose che mi hanno lasciata perplessa, soprattutto perché Rina avrebbe potuto essere denunciata per maltrattamento di minore ( si vede spesso al telegiornale o nei programmi pomeridiani ) e trovo che la cosa sia stata trattata un po’ superficialmente. Poi, per quanto la trama sia semplice e lineare, ho trovato dei buchi che mi sarebbe piaciuto vedere riempiti. In primo luogo riguardo la morte della madre, il loro rapporto. Poi mi sarebbe piaciuto vedere qualcosa di più anche riguardo il compleanno di Andrea stessa e le motivazioni di Joker che, a mio avviso, sono state troppo frettolose. Come ho già detto, il romanzo mi è piaciuto, ma queste cose mi hanno lasciata un po’ perplessa. Mi piacerebbe sapere qualcosa di più anche sull’accademia, sugli altri personaggi, è come se mi servisse un secondo volume per farmi delle idee ancora più chiare ( anche perché, con il finale che mi è stato dato, un secondo volume io lo pretenderei! ).

 

Passiamo, invece, alle cose che mi sono piaciute: lo stile dell’autrice che ho trovato molto fresco e giovanile, ma pronto a parlare a tutti ( soprattutto per questo avrei gradito che venissero approfonditi certi argomenti! ), Andrea che per me è un personaggio con tanto potenziale e ha appena iniziato a crescere e anche la copertina del romanzo. La trama, come ho detto, mi è piaciuta essendo semplice e lineare, ma appunto, mi aspetto un secondo romanzo perché, insomma, lo esigo. Come lettrice esigo sapere che cosa succede a tutti i personaggi. Ho odiato tanto Barbara, mentre ho amato molto il professor Sarti, che trovo sia un uomo fantastico. Tra gli amici di Andrea ( Leia ) avrei voluto vedere di più Marilyn perché la sua storia sarebbe stata molto interessante se sviluppata di più. Mi piace anche Andre e Joker — con lui ho un rapporto di odio e amore. Joker ha delle motivazioni per il suo comportamento da stro**o, ma – sì, c’è un ma! – avrei comunque voluto prenderlo a sberle, credetemi.

 

Vi ricordo, chiaramente, che si tratta di un commento personale, non universale. Il romanzo mi è piaciuto nonostante le diverse pecche ( per me ) che ho trovato e spero che questo possa spronare la giovane autrice a fornirmi un secondo romanzo ( PER FAVORE!! ) che metta a tacere ogni mio dubbio! Non mi resta che salutarvi, insomma!

 

Alla prossima,

Ylenia.

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.