Dove finisce il cielo

51gUtiauOXL._SX317_BO1,204,203,200_.jpgTitolo: Dove finisce il cielo.

Autore: Katy Evans.

Genere: Contemporary Romance.

Saga: The Real saga #2.

Casa Editrice: Newton Compton Editori.

Numero Pagine: 318 pp.

Costo Cartaceo: 9,90 euro.

Costo Ebook: 2,99 euro.

Data di Uscita: 10 Gennaio 2019.

Sinossi:

Innamorata di Remington Tate, il campione di pugilato dei violenti incontri clandestini, Brooke sa che è necessario combattere per il loro amore. Stargli accanto come fisioterapista, infatti, l’ha resa più forte e più decisa che mai a non voltare le spalle al suo cuore. Remy è determinato a vincere il torneo e reclamare una volta per tutte il titolo a cui aveva dovuto rinunciare per amore di Brooke. Ma dopo un episodio in cui il disturbo bipolare di Remy esplode, il lieto fine non sembra più così scontato. Specialmente perché, quando Brooke scopre di essere incinta, lo stress dei combattimenti clandestini rischia di mettere la sua vita e quella di suo figlio in grave pericolo. Stare lontani significherà mettere il loro amore alla prova ancora una volta.

Recensione:

Buongiorno lettori e benvenuti alla mia nuova recensione. Vi anticipo fin da subito che si tratta di una recensione purtroppo negativa. Ovviamente ci tengo a precisare che si tratta solo del mio papere e non di una legge universale. Se vi è piaciuto il romanzo non siete dei mostri, anzi. Ognuno ha i propri gusti. Il libro incriminato, comunque, è Dove finisce il cielo il secondo volume della saga #therealsaga che vede Brooke e Remington protagonisti.

Dunque, non mi soffermo troppo su editing e traduzione perché sono ben fatti e non ho nulla da recriminare nemmeno alla copertina che mi è piaciuta e mi ha tratta in inganno. Speravo davvero che il secondo volume della saga sarebbe stato migliore, credo, invece, che sia stato addirittura peggiore rispetto a ciò che mi aspettavo. Non conosco l’autrice se non per questa saga e non so se abbia scritto altro, ma questa storia per me è un grande no. E non posso nemmeno definirla trash perché affronta, per me, temi troppo delicati perché possa finire tra i libri trash che mi fanno almeno sorridere.

Partirei dai personaggi che non solo non hanno fatto il salto di qualità dal primo al secondo romanzo, ma in questo libro nello specifico ho trovato che fossero diventati addirittura peggio rispetto al primo. Brooke viene definita una donna forte ( dove?? ) e Remy invece soffre di disturbo bipolare. Ora, vorrei capire come si è informata l’autrice riguardo questo disturbo perché ho fatto le mie ricerche e personalmente ho trovato questo romanzo privo di importanti informazioni. Il romanzo è una serie di fatti ammassati l’uno all’altro che dovrebbero formare una trama, ma che non hanno fatto altro se non irritarmi. Ho trovato il tutto così mal scritto e poco approfondito che mi chiedo ancora come io sia riuscita a finirlo. Il modo in cui la malattia e le donne sono trattate mi ha davvero colpita in negativo.

Insomma, come potete leggere, questo romanzo per me è assolutamente un no. Non vi consiglio questa saga, ma vi suggerisco di comprare qualche altro romanzo. Un’altra cosa che mi ha un attimo sconvolta è stata la sinossi ( troppo dettagliata! ). Assolutamente no. Non mi è piaciuto per niente.

Alla prossima,

Ylenia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.