Diario di gravidanza: La prima ecografia

 

Chapter 2

Ciao donne,

siete pronte per un nuovo appuntamento con il mio diario di gravidanza? La prima parte è andata benissimo, siete stati in tantissimi a leggerla, grazie!! Oggi vi racconterò della prima ecografia.

16 Maggio 2018

Ciao Amore Mio,

In questa data ti abbiamo visto per la prima volta, e’ stato il secondo giorno più bello della mia vita. Non ti nego che non ho dormito parecchio, ero troppo in fibrillazione, non vedevo l’ora di vederti, ma al tempo stesso avevo paura. La tua mamma è molto ansiosa. La tua mamma ha la capacità di vedere sempre il bicchiere mezzo vuoto, sempre! La tua mamma pensa sempre al peggio, è una roba bruttissima Amore, ma sappi che alla fine quando capita qualcosa di bello, quando quel bicchiere in realtà è pieno, è qualcosa di speciale. E’ magia. 

C’erano il nonno Angelo e la nonna Anna a casa con noi. Mi sono svegliata presto per prepararmi, per farmi bella per te, mi ero vestita di rosso! Vedrai sempre qualcosa di rosso addosso alla tua mamma! 

Ci siamo, dopo aver fatto un primo colloquio per creare la cartella della gravidanza, mi fanno accomodare sul lettino. Ero pallida, mi sentivo pallida. Chissà se si può sentire una cosa del genere 😀 la mia faccia era tutt’altro che allegra. Ero terrorizzata, tremavo. Tuo padre? Tuo padre era il mio opposto, un sorriso da un orecchio all’altro, è arrivato al lettino e si è messo a guardare il monitor prima ancora che alzassi dalla sedia per raggiungere il lettino -.-”  

Com’era freddo il gel, per non parlare del solletico che provavo eheh. Niente, non avevo il coraggio di voltarmi verso lo schermo, e allora guardavo il tuo papà mentre gli stritolavo una mano, lui sorrideva, i suoi occhi brillavano ed erano lucidi, non penso di poter mai dimenticare quello sguardo, emanava amore. Mi diceva :”Amore, guarda! Girati! Mi sta salutando”, la mia risposta: “Sta bene?”, e la dottoressa:” Certo che sta bene, vi faccio sentire il cuoricino”… Beh, mi sono voltata e credo che in quel momento io abbia perso dei battiti. Ti amavo, ne ero sicura. Non posso descriverti quel momento, è stato magico, emozionante, unico. 

Ecco Amore, questo/a sei Tu! Aveva ragione il tuo papà, ci stavi salutando con la manina!

ab4d17b6-b848-46d6-b3f7-9b666a2038b1.JPG

Care donne donne e cari uomini, è difficile spiegare certe emozioni, certe sensazioni. Posso solo dire di augurare ad ognuno di voi, la possibilità di provare tutto questo! Spero che chiunque voglia diventare genitore possa averne la possibilità, non c’è niente di più bello al mondo. Niente!

Tutti possiamo essere genitori, in maniera naturale, ma anche no. Ma pur sempre genitori.

Vi Auguro di essere felici sempre. In un modo o nell’altro.

IMG_2500.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.